Organizzazioni

Supervisione Psico-pedagogica

Ciascun membro di ogni équipe educativa contribuisce al raggiungimento degli obiettivi educativo/didattici secondo le proprie competenze e attitudini. Il lavoro di équipe si gioca non solo sulla complementarietà di tali competenze e sulle affinità individuali, ma anche sulla condivisione di valori, sulla sintonia rispetto agli indirizzi educativi propri di quella struttura e su una solida identità di gruppo.

In tale contesto, la supervisione psico-pedagogica agli staff educativi/scolastici rappresenta un momento di confronto fondamentale, facilitato da un consulente esterno alle dinamiche di gruppo, per:

  • Riflettere sul proprio stile educativo e sull’organizzazione del Servizio stesso, individuando punti di forza e aspetti da migliorare.

  • Sostenere il team nella ricerca e messa in atto di strategie utili per fronteggiare eventuali criticità emerse.

  • Creare uno spazio di sostegno reciproco nel gruppo di lavoro.

  • Favorire la creazione di uno spazio entro il quale ciascuna risorsa possa esprimere le proprie potenzialità.

Valutazione e selezione

Per acquisire e mantenere una solida competitività nel mercato, bisogna essere in grado di porsi obiettivi sempre più elevati e tenere il passo dei cambiamenti, adeguando la propria struttura in base alle nuove sfide.

In ambito educativo/didattico l’alta flessibilità legata alle variazioni del numero di iscritti, al fisiologico turnover del personale e alle astensioni dal lavoro (malattia, permessi, maternità…) mal si concilia con gli obblighi di legge legati al rapporti personale/utente e con le esigenze di continuità educativa e affiatamento del gruppo di lavoro, fondamentali per poter offrire un servizio di qualità. Puntare quindi sul valore aggiunto derivante dal poter contare su personale qualificato e competente, in grado di integrarsi rapidamente con l’organizzazione, è certamente una priorità strategica.

Un processo di valutazione e selezione efficace ed efficiente va dall’attenta pianificazione del fabbisogno all’adeguato collocamento delle risorse all’interno delle funzioni aziendali; e si basa su tre fondamentali caratteristiche: accuratezza, sistematicità, lungimiranza.
Affidarsi a professionisti esperti nell’ambito della valutazione e selezione delle Risorse Umane, che si avvalgono di strumenti di assessment scientificamente validati, consente di attrarre le risorse migliori sul mercato e mantenere e sviluppare i talenti, massimizzando le possibilità di successo.

Team working e Team building

Per raggiungere obiettivi comuni le persone hanno bisogno di lavorare insieme in modo coordinato e nella stessa direzione facendo sì che i risultati globali siano migliori della somma degli sforzi individuali.
In ambito educativo didattico questo aspetto è particolarmente importante in quanto la coerenza educativa è un valore che contribuisce a definire l’identità di un servizio scolastico/educativo.
Le relazioni positive fra i membri del gruppo di lavoro creano quel clima di collaborazione, scambio e confronto indispensabile per costruire un ambiente idoneo al sereno sviluppo di bambini e ragazzi.

Counseling

Il counseling si configura come un’attività professionale fondata sulla relazione d’aiuto in cui il counselor aiuta il cliente/utente che affronta un periodo di crisi, di indecisione, di difficoltà personali o relazionali orientandolo, sostenendolo, aiutandolo a conoscersi meglio, a sviluppare le sue potenzialità, promuovendone atteggiamenti attivi, propositivi e stimolando le sue capacità decisionali.

L’ascolto attivo permette al counselor di entrare empaticamente in relazione con il suo cliente per comprenderne le reali esigenze e, attraverso il colloquio, il professionista accompagnerà l’utente nel raggiungimento degli obiettivi da lui stesso definiti.

Da questo punto di vista il counselor psicologo costituisce un valore aggiunto in tale processo in quanto possiede competenze professionali tali da consentire un’analisi complessiva del caso individuale e la possibilità di intervenire in modo adeguato e competente anche in relazione a fattori emotivi o dinamiche psicologiche e relazionali che caratterizzano il funzionamento psichico del soggetto, aiutandolo a riconoscere e fronteggiare quei meccanismi potenzialmente in grado di interferire con il suo sviluppo personale e professionale.

Date queste caratteristiche, nelle organizzazioni l’intervento di counseling si inserisce efficacemente nei delicati momenti di ristrutturazione (sviluppo, nuovi assetti, ridimensionamento) e nei progetti orientati al benessere in azienda agendo sulle risorse di ciascuno e facilitando il potenziale individuale e di gruppo nel fronteggiare le criticità e orientarsi alla crescita.

Nei contesti didattico/educativi in particolare, la figura del counselor psicologo può rappresentare un punto di riferimento importante per migliorare – fra le altre cose – la qualità della comunicazione all’interno dello staff e con le famiglie, ridurre il carico emotivo legato alla gestione di “casi” difficili, promuovere un clima di fiducia e cooperazione.

Coaching aziendale

Il Coaching aziendale è una particolare strategia di formazione rivolta al mondo del lavoro che ha lo scopo di fortificare ed ampliare la produttività di un’organizzazione. Può essere sfruttato per superare un momento di crisi o di stallo, oppure per affrontare un cambiamento. Ma anche per consolidare i profitti e incrementarli, avviando un processo di crescita e sviluppo.

I destinatari principali delle attività di business coaching individuale sono imprenditori, dirigenti, manager e tutte quelle figure che all’interno dell’organizzazione ricoprono ruoli-chiave apicali nei processi decisionali. In ambito educativo/didattico, si rivolge ai responsabili del buon funzionamento della struttura educativa o della scuola (Direttori, Coordinatori, Dirigenti scolastici).

Il Coach, lavorando fianco a fianco con il proprio coachee, offrirà un supporto determinante nello sviluppo di competenze specifiche fondamentali quali, a titolo esemplificativo:

  • Leadership
  • Time management
  • Gestione dello stress e del conflitto
  • Comunicazione assertiva
  • Goal setting
  • Processi di delega e responsabilità
  • Motivazione dei collaboratori

Il business coaching trova tuttavia efficace applicazione anche nella crescita professionale e nello sviluppo dei talenti rivolgendosi al middle management e ai gruppi di lavoro con l’obiettivo di facilitare i processi creativi e produttivi, integrando le funzioni del singolo con quelle del gruppo e lavorando sulle prestazioni individuali al fine di migliorare il rendimento dell’intera organizzazione e favorire l’innovazione.

Diagnosi organizzativa

Le organizzazioni sono organismi complessi che, al pari dell’organismo umano, possono andare incontro a problematiche in grado di generare una «sofferenza» che si ripercuote negativamente sul benessere dello staff. La diagnosi organizzativa si pone come un procedimento di analisi che pone particolare rilevanza al valore delle risorse umane nell’individuare quei fattori che generano impasse e gli interventi in grado di superarla.
In ambito educativo/didattico abbiamo a che fare con ambienti di lavoro ad alto contenuto relazionale particolarmente sensibili ai rischi cosiddetti “trasversali” legati a fattori di tipo organizzativo (stress, burnout…).

Attraverso l’osservazione e la misurazione del clima organizzativo e dei fattori di stress, delle caratteristiche degli individui che compongono i gruppi di lavoro e delle loro relazioni nonché delle attività che svolgono, viene stilato un report analitico specifico che fotografa la situazione del momento e che può essere un’utile riflessione critica per capire i punti forza e le aree da migliorare.
Il report aiuta a focalizzare gli interventi efficaci da mettere in atto per potenziare le risorse e migliorare il benessere in azienda.

servizi per aziende

Organizzazioni

servizi per privati

Privati

formazione

Formazione

Contattaci